Archivi tag: le vostre opere

Danzare e sperimentare sulle note di Prokofiev

Standard

Poche settimane fa è andata in scena la sublime e tragica storia di Romeo e Giulietta, narrata dall’iconica coreografia di Kenneth MacMillan e interpretata dai meravigliosi danzatori del Balletto dell’Opera di Perm.

La più celebre storia d’amore del mondo, raccontata dalla danza, ha ancora una volta commosso il pubblico del Teatro, tra cui molti di voi ragazzi. Alcuni, però, non si sono accontentati di essere spettatori, ma, indossati i calzini antiscivolo, sono scesi in Sala Ballo e si sono messi alla prova sulle note di Sergej Prokofiev. Le nostre ballerine e didatte che li hanno preparati e noi che li abbiamo visti non li abbiamo giudicati inferiori, per cuore, impegno, emozione e bellezza, ai professionisti del palcoscenico.

Non possiamo purtroppo mostrarvi le coreografie che hanno creato e interpretato, ma vi regaliamo una fantastica galleria fotografica.

Grazie ai ragazzi delle scuole

Liceo Newton di Chivasso
Scuola Media Goltieri di Asti
Liceo Pascal di Giaveno
Scuola di danza Sheherazade
Scuola Media Meucci di Torino

Lettere a Rigoletto&co

Standard

Vi diamo il bentornato dalle vacanze presentandovi il bellissimo lavoro svolto dalla classe III H della Scuola Media Calamandrei di Torino: i ragazzi, guidati dalle professoresse Antonella Barra e Piera Del Col, dopo aver partecipato al progetto All’opera, ragazzi! e aver visto lo spettacolo di Stagione, hanno pensato di indirizzare alcune interessanti lettere ai protagonisti del dramma verdiano, Rigoletto, Gilda & company. Chiude la raccolta un’inedita missiva di Rigoletto a sua figlia.

Buona lettura!

Cara Gilda,

 

L’Elisir secondo voi

Standard

… la storia è bellissima.
Narra di due innamorati: Nemorino e Adina, un sergente (bullo) Belcore e uno dei soliti venditori imbroglioni: Dulcamara.

Alessio

A quanto pare il nostro Nemorino, protagonista de L’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, andato in scena a novembre, questa volta è stato accorto! Invece di farsi imbrogliare da Dulcamara, si è rivolto a un parere esperto per trovare sollievo ai suoi tormenti amorosi: riceviamo e pubblichiamo la lettera che il nostro eroe ha scritto alla rubrica La posta del cuore del Calamandrino, giornale indipendente edito dai ragazzi della Scuola Media Calamandrei di Torino.

Caro Danilo,

so che tu sai dare consigli in amore, e io, in questo momento, ne ho proprio bisogno. Sono innamorato di una bellissima ragazza, ma lei è nobile e istruita, io non ho speranze con lei. Inoltre, io sono timido e impacciato e quando le sto vicino mi si bloccano le parole in gola, e non riesco a dirle niente. Abbiamo due caratteri opposti, siamo come il sole e la luna, non potremmo mai brillare insieme. Sono proprio disperato, sarei disposto a tutto pur di conquistarla, anche a prendere un elisir d’amore, cosa mi consigli di fare?

Nemorino       

La risposta dell’esperto:

Caro Nemorino,

(ma poi, che nome è… io ti lascerei solo per questo)
come hai detto tu, la situazione  è drammatica, ma io sono qui per aiutarti.

Se la fortunata ragazza di cui sei innamorato non riesce a vedere il bello che c’è in te, dovresti lasciarla andare. Se ti vuole veramente tornerà, senza che tu debba fare niente. Altrimenti significa che lei non era la ragazza giusta.
Nel caso in cui tu non volessi perderla, ti consiglio di rischiare e dichiararti, perché l’unica cosa che ti serve è avere coraggio.

Spero di averti aiutato.

     Danilo

p.s. nel caso non dovesse funzionare ricorda di tenerti stretto uno zecchino,
l’idea dell’elisir non è così male.

Ragazzi, che consigli saggi! E volete sapere com’è andata a finire? Sentiamo i commenti della classe III L, che ha assistito allo spettacolo lavorando con noi insieme alla professoressa Piera Del Col con il progetto All’Opera, ragazzi!:

diapositiva1diapositiva2

 

Il Liceo Europeo Spinelli all’opera

Standard

È con grande piacere che vi presentiamo i bellissimi lavori della classe IV B del Liceo Linguistico Spinelli; i ragazzi, che studiano storia della musica in tedesco (complimenti!), hanno fatto un importante lavoro di approfondimento sul dramma di Schiller, su allestimento e scenografia e sul contesto storico europeo all’epoca della composizione e provando a immaginare i costumi del futuro.

I ragazzi, preparati dalle docenti Cesarea Citta e Ulrike Merkel e seguiti dalla nostra collega Benedetta Macario,  hanno visitato il teatro, assistito alle prove e seguito una lezione di preparazione all’opera.

Sullo spettacolo visto al Regio Martina dice: “Scontato è dire quanto l’eccezionalità della voce di Mathilde (secondo cast) mi abbia colpito e come  essa brillasse tra tutte le altre, oscurandole e trasformandole in un lontano eco nelle menti degli spettatori. Non è invece scontato dire come la musica sovrastasse per ricchezza tutte le voci presenti; più volte mi sono ritrovata ad ascoltare esclusivamente quella musica che in teoria avrebbe dovuto solamente “accompagnare” l’ opera. L’ ho trovata di un’unicità senza eguali,  quasi pervasa da un’anima propria. Ed è forse in essa che ho visto la vera chiave che mi ha aperto le porte di quest’opera, facendomela apprezzare.”

Sofia aggiunge: “Un’opera impegnativa per la sua lunghezza e grandiosità ma che, con la giusta preparazione da parte del pubblico, diventa molto stimolante, specialmente grazie a questo allestimento non tradizionale, che permette spesso agli spettatori di dare la loro propria interpretazione a ciò che vedono, agendo da invito alla riflessione.

Davvero complimenti ai ragazzi e ai professori che li hanno preparati da tutti noi de La Scuola all’Opera!

Aspettiamo i vostri commenti!

(Cliccate sulle immagini per visionare i lavori)

 

I costumi (del futuro!)

I costumi (del futuro!)

1830

Genesi e prime rappresentazioni

Genesi e prime rappresentazioni

Allestimento e scenografia

Allestimento e scenografia