Archivio mensile:giugno 2014

And the winner is …

Standard

Partecipanti al Gioco dell’Opera!

E’ con grande piacere che vi comunichiamo che, riunitasi la giuria, dopo attenta discussione il verdetto è stato finalmente emesso.

I nostri complimenti vivissimi ai PRIMI CLASSIFICATI, i ragazzi della

classe IV B
del Liceo Newton di Chivasso

guidati dalla professoressa Sabello.
Bravissimi! Vi aggiudicate 10 mini abbonamenti alla Stagione 2014-15 del Teatro Regio.
Ma la classifica non termina qui: la giuria ha infatti ritenuto di assegnare anche un SECONDO PREMIO, ai ragazzi della

classe IV A
del Liceo Newton di Chivasso

guidati dalla professoressa Calzavara.
A voi vanno i biglietti per una prova generale della Stagione 2014-15 del Teatro Regio.

Per i nostri lettori ecco un assaggio delle creazioni dei due vincitori nell’ambito della terza e ultima prova del torneo, Donne donne eterni Dei:

Classe IV B:

Lucia di Lammermoor
Norma
Violetta
Cio Cio San
Turandot

Classe IV A:

Le donne dell’arte

Grazie ancora a tutti voi che ci avete seguito, ai bravissimi partecipanti e naturalmente al Comitato Nenè Corulli per il suo indispensabile sostegno.

Al prossimo Gioco dell’Opera! Continuate a seguirci … abbiamo in serbo grosse novità per la prossima Stagione!

Annunci

Il Liceo Europeo Spinelli all’opera

Standard

È con grande piacere che vi presentiamo i bellissimi lavori della classe IV B del Liceo Linguistico Spinelli; i ragazzi, che studiano storia della musica in tedesco (complimenti!), hanno fatto un importante lavoro di approfondimento sul dramma di Schiller, su allestimento e scenografia e sul contesto storico europeo all’epoca della composizione e provando a immaginare i costumi del futuro.

I ragazzi, preparati dalle docenti Cesarea Citta e Ulrike Merkel e seguiti dalla nostra collega Benedetta Macario,  hanno visitato il teatro, assistito alle prove e seguito una lezione di preparazione all’opera.

Sullo spettacolo visto al Regio Martina dice: “Scontato è dire quanto l’eccezionalità della voce di Mathilde (secondo cast) mi abbia colpito e come  essa brillasse tra tutte le altre, oscurandole e trasformandole in un lontano eco nelle menti degli spettatori. Non è invece scontato dire come la musica sovrastasse per ricchezza tutte le voci presenti; più volte mi sono ritrovata ad ascoltare esclusivamente quella musica che in teoria avrebbe dovuto solamente “accompagnare” l’ opera. L’ ho trovata di un’unicità senza eguali,  quasi pervasa da un’anima propria. Ed è forse in essa che ho visto la vera chiave che mi ha aperto le porte di quest’opera, facendomela apprezzare.”

Sofia aggiunge: “Un’opera impegnativa per la sua lunghezza e grandiosità ma che, con la giusta preparazione da parte del pubblico, diventa molto stimolante, specialmente grazie a questo allestimento non tradizionale, che permette spesso agli spettatori di dare la loro propria interpretazione a ciò che vedono, agendo da invito alla riflessione.

Davvero complimenti ai ragazzi e ai professori che li hanno preparati da tutti noi de La Scuola all’Opera!

Aspettiamo i vostri commenti!

(Cliccate sulle immagini per visionare i lavori)

 

I costumi (del futuro!)

I costumi (del futuro!)

1830

Genesi e prime rappresentazioni

Genesi e prime rappresentazioni

Allestimento e scenografia

Allestimento e scenografia