V vs W: la resa dei conti

Standard

 Siamo finalmente giunti alla terza e ultima prova del nostro torneo: finora abbiamo cercato di condurre uno studio parallelo tra i due compositori, mettendoli a confronto nella vita, nel pensiero e nelle opere, e così avete fatto voi nei vostri elaborati creativi.

Una sfida, però, non sarebbe tale senza un vincitore: è quindi giunto il momento di trarre le conclusioni del nostro studio e di incoronare il campione.

Chi, tra Verdi e Wagner, sarà il compositore del futuro?

Come terza ed ultima prova vi invitiamo a immaginare i festeggiamenti del terzo centenario, nell’anno 2113: chi dei due sarà ancora ricordato, e perché? In quale modo verrà celebrato nell’anniversario? Quali saranno i temi, i valori, i personaggi che avranno saputo oltrepassare i confini del sipario e del palcoscenico, che saranno usciti dai libri di storia della musica per entrare nella storia del mondo?

Quale musica saprà rappresentare l’identità del futuro?

melancholia-pic-4

Melancholia, Lars von Trier, 2011

Quale sarà la colonna sonora di quella realtà?

matchpoint4

Match Point, Woody Allen, 2005

Chi di voi ha assistito all’incontro di ieri Interpretare Verdi, interpretare Wagner ricorderà sicuramente l’affermazione che ci ha dato spunto nell’immaginare questa terza prova, e quale sia quindi il vincitore secondo il Maestro Gianandrea Noseda. Entrambi grandissimi, da un lato abbiamo Richard Wagner, che ha rivoluzionato il teatro e il panorama culturale europeo, dall’altro Giuseppe Verdi, che però ha saputo cambiare la società, il mondo.

Senza lasciarvi influenzare dall’innegabile carisma del Maestro, dovete essere voi a pronunciare il verdetto sapendo motivare la vostra scelta.

Chi, tra Verdi e Wagner, saprà far sopravvivere il suo messaggio ad altri cento anni di teatro e, soprattutto, di storia?
E ci sarà un solo vincitore?

La scadenza per la consegna degli elaborati è fissata per il 24 maggio: vi ricordiamo di confermare la partecipazione a questa terza prova secondo le consuete modalità.
Nel frattempo vi invitiamo a continuare a frequentare il nostro blog e condividere con noi i vostri commenti: si parlerà ancora dei due Maestri!

Buon lavoro!

About these ads

»

  1. Ho riascoltato le note struggenti dell’addio tra Carlo ed Elisabetta, ancora memore dell’espressione concentrata del maestro Noseda nel dirigere con le dita il cd in sala…e mi sembra di rispondere che finché un uomo sarà sensibile sì alle grandi passioni, ai gesti eroici di un assenso o di un reciso rifiuto, ma, soprattutto, alle infinite e infinitesime sfumature della vita di quante creature sulla terra cercano un senso al passaggio, ebbene, sarà ancora il tempo delle note del cigno di Busseto, tempra sanguigna ma delicata, capace di realismo spietato nel chiamare una donna per il suo triste mestiere, e insieme tracciare della donna, e del’amore che sprigiona, ritratti di grandezza segreta e quotidiana. Viva Verdi!, ma viva la nobile arte delle muse, lo spirito di chi se ne fa sacerdote, la dedizione di chi apprende con sacrificio costante, l’entusiasmo di chi se ne fa contagiare e confonde liturgia e ministro, in una rappresentazione che ripete il genio e chiama a condividere popoli di ieri e di oggi.

  2. Mi piace tanto sognare ad occhi aperti e così facendo mi voglio immaginare un 2113 in cui è stata superata completamente la crisi e la nostra città fiorente si trasforma nella sua totalità in un meraviglioso palcoscenico. Tutti i nostri viali, piazze, i nostri stupendi palazzi e le passeggiate lungo i fiumi si trasformeranno in scenografie perfette per mettere in scena ovunque opere dei due grandi Maestri. Tutti i cittadini per giorni andando semplicemente a spasso potranno assistere alle più famose opere potendosi “nutrire” delle indimenticabili arie! Ripartiti equamente e pacificamente verdiani e wagneriani si divideranno la città inondata di musica che uscirà da ogni semaforo o lampione trasformato in altoparlante. La piazza San Carlo trasformata nel salotto parigino di Violetta e piazza Vittorio nel Wallhalla…. correre in lungo Po per incontrare Parsifal o vedere la zingara Azucena davanti alle Torri Palatine…. Questo è il mio sogno….

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...